filottrano 966

FILOTTRANO

... e oltre ...

home pagechi basecomeperchécontattiarchivioblog


aggiornamento del 23-Sep-2016 6:08

box collegamenti

box collegamenti

blog Circolo PD Filottrano
il meteo da il meteo.it
il meteo da aeron. militare
orari astronomici
mappa di Filottrano
indici di borsa
 
La Repubblica
La Stampa
Il Corriere della Sera
Il Fatto Quotidiano
Corriere Adriatico

box comunicazioni

questo sito è ottimizzato per GOOGLE CHROME

logo filottranoeoltre

box collegamenti

box marforio

marforio_light

AUTOVELOX a FILOTTRANO
perché trattarci da gaggiotti?
di Gianfranco Giretti

Filottrano, 22 settembre 2016
gaggiotto La lettura dell'ultimo numero di Filottrano Notizie mi ha causato un insopprimibile senso di fastidio per avervi dovuto constatare un altro tentativo di prendere in giro lettori ed elettori. E mi ha fatto ripensare a un vecchio manifesto purtroppo da alcuni a suo tempo frainteso, con cui, giocando sul termine "gaggiotto", invitavo a prestare attenzione alle fole e a guardarsi dai venditori di fumo. E la vendita di fumo sembra essere attività sistematica di questa amministrazione che non si fa sfuggire occasione per mascherare i propri progetti e le proprie decisioni sotto mentite spoglie. Trattando appunto da gaggiotti i propri amministrati.

Come quando la realizzazione di pochi parcheggi, ottenuta affettando i (già poveri) giardini pubblici fu presentata come progetto di riqualificazione del verde. O come quando si tentò (tentativo probabilmente ancora in corso) di propinarci una costosissima e quasi inutile rotatoria come parte funzionale della tanto attesa variante. Che, ovviamente, non c'entra nulla ed è tutt'altra cosa. E, come ora con gli autovelox, "venduti" ai filottranesi come strumenti taumaturgici per la loro sicurezza ma molto più simili a macchinette mangiasoldi e a una forma (impropria) di tassazione.

Sembra puro accanimento quello con cui questi amministratori insistono nel considerarci degli sciocchi. Trattandoci, come già detto, da gaggiotti. Possibile che a palazzo nessuno, una volta tanto convinto delle proprie decisioni, abbia ancora trovato il coraggio di dire ai filottranesi la banalissima verità: "le strade sono un disastro, servono soldi per ripararle, abbiamo deciso di procurarceli in questo modo, con questi strumenti". Che, oltre al resto, abituano (costringono) le persone al rispetto delle regole. Anche quelle sbagliate, aggiungo io. Come i sessanta all'ora là dove è stato piazzato l'autovelox bidirezionale su palo e con telecamera: lungo quelle che una volta venivano chiamate "piane de Paesà". Vale a dire in una delle poche zone dove è possibile andare più veloci senza mettere in pericolo nulla e nessuno. Se si dovesse scegliere un luogo del territorio di Filottrano dove disporre una cosa qualunque a protezione dell'incolumità dei cittadini, quello sarebbe proprio l'ultimo. Invece ci si affanna ad insistere sul tema della sicurezza stradale proponendo soluzioni che tali non sono. Se davvero a questi dispositivi si vuol dare anche una funzione di sicurezza, ben altri sono i luoghi dove posizionarli. A parte quello di Ponte Musone, l'unico che, a buon senso sembra nel posto giusto, gli altri sono tutti installati all'uscita delle zone abitate; cioè dove, dopo aver doverosamente rallentato, viene naturale riaccelerare. Per suggerire siti migliori sarebbe sufficiente una breve passeggiata per il paese.
Tralasciando tutto quello che avrei voglia di dire a chi, in provincia, ha stabilito quel limite (magari dovrebbe farlo chi, in comune, ha il ruolo che glielo consente) sarei prorio curioso di sapere chi, a Filottrano, ha deciso quei siti. Avrei anzi voglia di proporre una discussione pubblica sul tema.

Ma più che all'argomento autovelox sono interessato a quello della fiducia e del rispetto reciproco fra amministratori e amministrati. E concludo dicendo che, a mio parere, una buona amministrazione è quella che si preoccupa di rendere più semplice la vita dei propri amministrati e di dire sempre la verità, anche se scomoda, e non di complicargliela (la vita) e raccontare storielle.

p.s. hai ascoltato un frammento dell'ouverture de "La gazza ladra" di Gioacchino Rossini.

non ci sono commenti

   



FILOTTRANO ... E OLTRE ... indirizzo: C. Battisti, 40 - 60024 - FILOTTRANO (AN)
  tel: 329 1363285
  e-mail: g_giretti@alice.it